Vita di Torquato Tasso, Tom 2

Przednia okładka
E. Loescher, 1895
 

Inne wydania - Wyświetl wszystko

Kluczowe wyrazy i wyrażenia

Popularne fragmenty

Strona 440 - Teneri sdegni, e placide e tranquille repulse, e cari vezzi, e liete paci, sorrise parolette, e dolci stille di pianto, e sospir tronchi, e molli baci: fuse tai cose tutte, e poscia unille, ed al foco temprò di lente faci; e ne formò quel sì mirabil cinto, di ch'ella aveva il bel fianco succinto.
Strona 133 - ... e quei suoi sospetti di odii e di persecuzioni, che ha detto essere state fatte di qua, non provengono da altra ragione che dal detto umore; del quale dovrebbe riconoscersi, fra tutti gli altri segni, da questo: che gli è caduto in immaginazione che noi volemmo farlo morire, nonostante sempre l'abbiamo e visto volentieri ed accarezzato, potendosi creder che, quando avessimo avuto tale fantasia (bello quel fantasia!
Strona 315 - Manso) .é divenuto grandissimo cacciatore, e supera anche 1' asprezza della stagione e del paese. Le giornate cattive e le sere trapassiamo, udendo sonare e cantare , lunghe ore ; perciocché a lui diletta sommamente sentir questi improvvisatori, invidiando loro quella prontezza nel versificare, di cui dice essergli stata la natura cosi avara.
Strona 174 - Come assalire o vasi pastorali, o le dolci reliquie de' convivi soglion con rauco suon di stridule ali le impronte mosche a...
Strona 377 - Instantemente che si degni di ricusar la sua protezione per qualunque si sia, poiché non intendo di comunicar questo parto al mondo, se non dopo che sarà ben sanato d'ogni mancamento che vi fosse, e che io saprò di poter assicurar da ogni minimo neo la fama e nome di quella memoria.
Strona 395 - Poeti eroici. Vorrei ubbidirla e servirla; e talvolta mi riuscirebbe impresa fattibile, se non mi fusse, non so come, uscito di mano un libro del Tasso, nel quale avendo fatto di carta in carta delle stampate interporre una bianca, aveva nel corso di molti mesi, e direi anco di qualche anno, annotati...
Strona 501 - ... trovando compagnia. E son sicuro, che se colei,' » che così poco alla mia amorevolezza ha corrisposto, » in tale stato ed in tale afflizione mi vedesse, avrebbe
Strona 437 - O Musa, tu, che di caduchi allori Non circondi la fronte in Elicona, Ma su nel cielo infra i beati cori Hai di stelle immortali aurea corona, Tu spira al petto mio celesti ardori, Tu rischiara il mio canto, e tu perdona S'intesso fregi al ver, s'adorno in parte D'altri diletti, che de
Strona 101 - ... ancora che semplice, è molto piacevole ed affettuosa. È ben vero che per la verità non è stata in alcune parti e principali così ben rappresentata come meritava, massime negli effetti, dai quali nasceva il principale diletto: pure da quelli che n' hanno gusto è stata giudicata per cosa rara. E quel che di grazia s'è aggiunto e e...
Strona 167 - Donna, quell' alta impresa ove ci guidi, Lasciami omai por nella terra il piede, E veder questi inconosciuti lidi, Veder le genti, e il culto di lor fede, E tutto quello ond' uom saggio m' invidi, Quando mi gioverà narrare altrui Le novità vedute, e dire:

Informacje bibliograficzne