Nuova rivista storica, Tom 6

Przednia okładka
Società editrice Dante Alighieri., 1922 - 24
"Bibliografia italiana sulla guerra europea:" anno 1 p. [373]-380.
 

Wybrane strony

Spis treści

Inne wydania - Wyświetl wszystko

Kluczowe wyrazy i wyrażenia

Popularne fragmenty

Strona 429 - Questo sarà quello pane orzato, del quale si satolleranno migliaia, ea me ne soverchieranno le sporte piene. Questo sarà luce nuova, sole nuovo, il quale surgerà ove l'usato tramonterà, e darà luce a coloro che sono in tenebre e in oscurità per lo usato sole che a loro non luce.
Strona 537 - Medici; ma dopo alcuni anni, quando io la rividi a Parigi l'adorai per più giorni, e non sapeva staccarmene: nondimeno era divota e meravigliosa adorazione, non altro. Ma quando vidi questa divinità del Canova, me le sono subito seduto vicino, con certa rispettosa domestichezza, e trovandomi un'altra volta soletto presso di lei, ho sospirato con mille desiderii, e con mille rimembranze nell'anima; insomma, se la Venere de...
Strona 417 - Veramente io sono stato legno sanza vela e sanza governo portato a diversi porti e foci e liti dal vento secco che vapora la dolorosa povertà; e sono vile apparito agli occhi a molti, che forse per alcuna fama in altra forma mi aveano immaginato ; nel cospetto de...
Strona 409 - È L'UNICA RIVISTA di sintesi e di unificazione del sapere che tratti delle questioni fondamentali di tutte le scienze: storia delle scienze, matematica, astronomia, geologia, fisica, chimica, biologia, psicologia e sociologia. È L'UNICA RIVISTA che a mezzo di inchieste fra i più eminenti scienziati e scrittori di tutti...
Strona 158 - Gallia, ad uomini che egli sollecita ad entrare nell'improvvisato esercito della restaurazione. Egli enumera i torti, le colpe, i delitti, di Nerone. Ma la colpa maggiore, quella, la cui sola enunciazione, a suo avviso, conquisterà decisamente gli animi degli ascoltatori e strapperà il grido della rivolta egli la serba per ultimo. Più dello sterminio del Senato, più dell'espiazione universale delle province, più del matricidio, Vindice rimprovera a Nerone la colpa di « non aver rispettato l'impero...
Strona 409 - Gli articoli vengono pubblicati nella lingua dei loro autori, e ad ogni fascicolo è unito un supplemento contenente la traduzione francese di tutti gli articoli non francesi.
Strona 536 - Firenze; sì perch'io ho tutto nella mente e nel cuore il bel simulacro di quella Diva. — Ed è pur bello! ma non crediate che spiri deità come l'altra, né quella celeste armonia: ma pare che il Canova paventasse la terribile gara dell'arte col greco scultore; onde abbellì invece la sua nuova Dea di tutte quelle grazie che spirano un non so che di terreno, ma che movono più facilmente il cuore fatto anch'esso d'argilla. E mi ricordo ch'io, giovinetto, in Firenze, non mi sentii vinto, com'io...
Strona 124 - ... dire, di prosaico, se non la si collochi e risolva nell'amplitudine della poesia, dell'unica poesia, che non si rinserra in cosa alcuna o gruppo di cose particolari, ma spazia sempre nel cosmo.
Strona 16 - Perciò i vari punti di vista filosofici per quanto contraditlori e dibattentisi in un reciproco conflitto non risolubile in alcuna unificazione, sono tutti veri in ciò che ciascuno è la verità per colui che lo fa suo, per quello cui lo rende vero l'irremovibile credenza profonda, per chi lo ha foggiato e vi ha ardentemente aderito con la passionale e imperiosa necessità rhe prova il suo spirito di vedere le cose in un certo modo
Strona 389 - ... delle istituzioni economiche — e quindi più o meno mutilato di elementi che gli sono necessari per vivere; vorremmo ravvicinarlo e ricomporlo, in modo che ogni storia illumini l'altra e riceva luce dall'altra. Si metta pure lo Stato a centro del quadro e gli uomini politicamente organizzati e politicamente operosi: ma lo Stato come risultante di tante forze vive che agiscono in esso e si esprimono in esso e da esso e per suo mezzo operano; e...

Informacje bibliograficzne