La Gerusalemme e l'Aminta di Torquato Tasso, Tom 1

Przednia okładka
Lefevre, 1823
 

Inne wydania - Wyświetl wszystko

Kluczowe wyrazy i wyrażenia

Popularne fragmenty

Strona 2 - O Musa, tu, che di caduchi allori Non circondi la fronte in Elicona, Ma su nel cielo infra i beati cori Hai di stelle immortali aurea corona, Tu spira al petto mio celesti ardori, Tu rischiara il mio canto, e tu perdona S'intesso fregi al ver, s'adorno in parte D'altri diletti, che de
Strona 101 - Ma nella bocca ond' esce aura amorosa , Sola rosseggia e semplice la rosa. XXXI. Mostra 'l bel petto le sue nevi ig.nude, Onde il foco d' amor si nutre e desta : Parte appar delle mamme acerbe e crude, Parte altrui ne ricopre invida vesta; Invida, ma s' agli occhi il varco chiude, L' amoroso pensier già non arresta, Che non ben pago di bellezza esterna, Negli occulti secreti anco s'interna.
Strona 373 - Misero, di che godi? oh quanto mesti fiano i trionfi ed infelice il vanto! Gli occhi tuoi pagheran (se in vita resti) di quel sangue ogni stilla un mar di pianto.
Strona 201 - Quegli a cui di me forse or nulla cale; E rivolgendo gli occhi ove sepolta Giacerà questa spoglia inferma e frale, Tardo premio conceda a' miei martiri Di poche lagrimette e di sospiri.
Strona 195 - 1 sol dal carro adorno Scioglie i corsieri, e in grembo al mar s'annida, Giunse del bel Giordano alle chiare acque, E scese in riva al fiume, e qui si giacque. IV. Cibo non prende già ; che de...
Strona 72 - ... l'elmo suo, d'un salto (mirabil colpo!) ei le balzò di testa; e le chiome dorate al vento sparse, giovane donna in mezzo '1 campo apparse.
Strona 377 - ... 1 sole: e la man nuda e fredda alzando verso il cavaliero, in vece di parole gli da pegno di pace. In questa forma passa la bella donna, e par che dorma.
Strona 66 - Con raggi assai ferventi, e in alto sorge, Ecco apparir Gerusalem si vede, Ecco additar Gerusalem si scorge, Ecco da mille voci unitamente Gerusalemme salutar si sente. Così di naviganti audace stuolo Che mova a ricercar estranio lido, E in mar dubbioso, e sotto ignoto polo Provi l...
Strona 373 - D'or in or più si mesce, e più ristretta si fa la pugna: e spada oprar non giova; dansi co' pomi, e, infelloniti e crudi, cozzan con gli elmi insieme e con gli scudi. 57. Tre volte il cavalier la donna stringe con le robuste braccia; ed altrettante da que' nodi tenaci ella si scinge, nodi di fier nemico, e non d'amante.
Strona 195 - Cibo non prende già, che de' suoi mali solo si pasce e sol di pianto ha sete; ma '1 sonno, che de' miseri mortali è co '1 suo dolce oblio posa e quiete, sopì co...

Informacje bibliograficzne